I numeri dell’Under 40 in Hematology

120 candidature, 100 invitati fra giovani e Professori, 3 aule parallele, 3 simposi, 5 vincitori. Il 14 e il 15 novembre scorsi si è svolto nella splendida città di Torino, nel Centro Congressi Lingotto, la seconda edizione del progetto Under 40 in Hematology – Giovani Ematologi a confronto. Questa iniziativa ha lo scopo di promuovere, valorizzare e premiare i lavori scientifici e i progetti di ricerca nel settore ematologico di giovani che non abbiano compiuto i 40 anni.

Under 40 si sviluppa in due fasi: una prima selezione dei lavori da parte dello Steering Committee, e una seconda fase in cui i candidati ammessi hanno presentato il loro lavoro durante il “final contest” dove sono stati selezionati i cinque vincitori.
Il lavoro da me presentato, quest’anno sotto forma di poster, illustra i progressi fatti nello studio della Malattia di Waldentrom e dell’IgM MGUS che contribuisco a portare avanti nel Laboratorio di Ricerca dell’Ematologia. Sono stati due giorni intensi che mi hanno dato la possibilità di rincontrare alcuni colleghi medici e biologi che lavorano nel campo della ricerca ematologica. Nel frattempo ho conosciuto nuove persone interessanti che svolgono come me, tra mille difficoltà quotidiane, il bellissimo lavoro del ricercatore.
Il primo premio quest’anno è stato vinto da un giovane ematologo italiano che svolge le sue ricerche sul Mieloma Multiplo in Inghilterra. Che sia un modo per invogliare i nostri colleghi a tornare in Italia?
L’appuntamento è già stato fissato per il prossimo autunno con la terza edizione!

di Milena Lodola
biologo genetista

Copyright © 2016 Associazione Malattie del Sangue Onlus.