albero_sughero

Stappa il Natale… per la Ricerca!

Che siano dolci o siano brut, questo Natale puoi dedicare tutti i tuoi brindisi ad Ams Onlus. Come? Basta smettere di buttare via e tenere da parte i tappi di sughero.

Non tutti lo sanno ma ormai da due anni i volontari di Ams Onlus si sono organizzati per ritirare e recuperare questo materiale, il cui riciclo non è ancora tenuto nella dovuta considerazione.

La raccolta dei tappi di sughero funziona come quella dei tappi di plastica: basta confezionare i materiali in contenitori (sacchi, sacchetti, scatole, ecc…) distinti da quelli che già utilizziamo per i tappi di plastica e far riferimento agli stessi centri raccolta.

Ogni anno in Italia vengono gettati nella spazzatura 800 milioni di tappi di sughero, di cui oltre 100 milioni nel periodo delle feste natalizie, per un valore commerciale di circa due milioni di euro. Eppure questo materiale prezioso oggi può essere recuperato e impiegato come isolante termico nel settore della bioedilizia.

Il ricavato della raccolta tappi di plastica e sughero è destinato al sostegno degli studi su leucemie, linfomi e mielomi portati avanti presso il Laboratorio dei Ricerca dell’Ematologia di Niguarda.

Per informazioni contattare il numero +39 329 21 84 217 o scrivere a furlani@malattiedelsangue.org

Il sughero

Il sughero è un tessuto vegetale che riveste fusto e radici delle piante legnose nelle quali sostituisce l’epidermide. Il più pregiato commercialmente è quello della quercia da sughero (Quercus suber) o sughera, specie sempreverde, che da tempi remoti cresce spontanea nel bacino occidentale del mar Mediterraneo: è diffusa in Sardegna, Sicilia, lungo la fascia costiera meridionale della Toscana, nelle aree pianeggianti e collinari della Maremma grossetana, in Portogallo, Spagna e Corsica. Ogni anno dalle sugherete del Mediterraneo sono estratte 300 mila tonnellate di sughero dalle quali si producono fino a 20 miliardi di tappi. La sughera può raggiungere i 20 metri di altezza e ha una vita media di 250-300 anni. La prima decortica (estrazione del sughero) si effettua quando la pianta ha 25-30 anni e una circonferenza non inferiore ai 60 centimetri. Poi si ripeterà a distanza di 11-12 anni.

Copyright © 2016 Associazione Malattie del Sangue Onlus.